bio

**english below

 

Annamaria Ajmone è danzatrice e coreografa. Laureata in Lettere moderne presso l'Università statale di Milano si diploma come danzatrice presso la Civica scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano. 

Al centro della sua ricerca c’è il corpo inteso come materia plasmabile e mutevole capace di trasformare spazi in luoghi creando parallelismi e sovrapposizioni  temporali. Si avvale per le proprio produzioni di collaboratori con cui condivide il processo creativo, coinvolgendo così diversi immagini e visioni.

Ha lavorato come danzatrice con  Alias Compagnie, Ariella Vidach, Daniele Ninarello, Santasangre, Cristina Kristal Rizzo, Mithkal Alzghair, Moritz Ostruschnjak.


Presenta i propri lavori, come coreografa, dal 2014 ad oggi  in numerosi Festival di danza, teatro e performing art, musei, gallerie d’arte e spazi atipici in Europa, Asia, Nord Africa e Stati Uniti, tra Torino Danza, Club to Club (Turin), La Biennale Danza (Venice), Public Fiction (Los Angeles), Armunia / Festival Inequilibrio (Castigli- oncello), La Democrazia del Corpo Cango (Florence), Teatro Metastasio (Prato), FOG Triennale (Milano), Short Theater (Rome), Danae Festival (Milan), Contemporanea Festival (Prato), Le Quarz (Brest), Inteatro Festival (Polverigi), Fabbrica Europa (Florence), Teatro Grande (Brescia), Théâtre de la Ville (Paris), Rencontres Cho- reographiques de Saint Denis (Paris), Artdhantè (Vanves), CNDC (Angers), On Marche (Marrakech), Festival Théatrouine (Tataouine), BiPOD Festival (Beirut), Amman Contemporary Festival (Amman), Ramallah Contempo- rary Festival (Ramallah), M1 Contact Contemporary Dance Festival (Singapore), New Dance For Asia Internation- al Festival (Seoul), Jerusalem Dance Week (Jerusalem), Dansem (Marseille), CSS Udine (Udine), Festival Aperto (Reggio Emilia), Autunno Danza (Cagliari).

Tra i suoi progetti Tiny (premio DNA 2014), Arcipelago/ Pratiche di abitazione temporanea, progetto coreografico composto da serie di azioni costruite e vissute in spazi non teatrali. Mash in collaborazione con la coreografa cilena Marcela Santander Corvalan. Nel 2018 viene invitata da Torino Danza e Club to Club a collaborare con il musicista Bienoise (Alberto Ricca), creano  TO BE BANNED FROM ROME. Nel Luglio 2019 presenta per il Festival Inequilibrio (Castiglioncello)  la prima tappa di A T T I K A , progetto infinito, con la compagnia Industria Indipendente.  A Settembre presenta per la prima volta a Contemporanea Festival NO RAMA

Per Matera capitale della Cultura Europea 2019 cura le coreografie per “Abitare l’opera, Prologo tra i Sassi / La Cavalleria Rusticana ” con la regia di Giorgio Barberio Corsetti, produzione Teatro San Carlo, Napoli.

Collabora con diversi artisti su progetti di varia natura e durata tra cui Caned Icoda, Palm Wine, Bienoise, Sara Bonaventura, Francesco Cavaliere,  Muta Imago, Strasse, Sara Leghissa, Maria Giovanna Cicciari, Industria Indipendente, Glauco Salvo.

Nel 2015 vince il premio Danza&Danza 2015 come “miglior interprete emergente-contemporaneo”. È tra gli organizzatori di Nobody's Business in Italia, piattaforma di scambio di pratiche tra artisti. È artista attualmente artista  associata a Triennale Milano Teatro.
                                                                    

**Annamaria Ajmone is an Italian dancer and choreographer. She holds a bachelor’s degree in Modern Literature and she also studied at the Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, Milan.

The body intended as a mouldable and changeable material, capable of transforming spaces into places, is at the centre of her research. 

Her works were presented in various dance, theatre and performing arts festivals, museums, art galleries and non conventional spaces, among others: Torino Danza, Club to Club (Turin), La Biennale Danza (Venice), Public Fiction (Los Angeles), Armunia / Festival Inequilibrio (Castigli- oncello), La Democrazia del Corpo Cango (Florence), Teatro Metastasio (Prato), FOG Triennale (Milano), Short Theater (Rome), Danae Festival (Milan), Contemporanea Festival (Prato), Le Quarz (Brest), Inteatro Festival (Polverigi), Fabbrica Europa (Florence), Teatro Grande (Brescia), Théâtre de la Ville (Paris), Rencontres Cho- reographiques de Saint Denis (Paris), Artdhantè (Vanves), CNDC (Angers), On Marche (Marrakech), Festival Théatrouine (Tataouine), BiPOD Festival (Beirut), Amman Contemporary Festival (Amman), Ramallah Contempo- rary Festival (Ramallah), M1 Contact Contemporary Dance Festival (Singapore), New Dance For Asia Internation- al Festival (Seoul), Jerusalem Dance Week (Jerusalem), Dansem (Marseille), CSS Udine (Udine), Festival Aperto (Reggio Emilia), Autunno Danza (Cagliari). 

As a dancer, she has worked with Alias Compagnie, Ariella Vidach, Daniele Ninarello, Santasangre, Cristina Kristal Rizzo.

 

She works with a number of artists on projects that vary in nature and length, including Caned Icoda, Palm Wine, Bienoise, Francesco Cavaliere, Muta Imago, Strasse, Maria Giovanna Cicciari, Industria Indipendente, Glauco Salvo, Mithkal Alzghair, Moritz Ostruschnjak. in Europe, Asia, Northern Africa and the United States. For Matera, European Capital of Culture 2019, she signed the coreography for “Abitare l’opera, Prologo tra i Sassi / La Cavalleria Rusticana”, directed by Giorgio Barberio Corsetti (production Teatro San Carlo, Naples). She received the Danza & Danza award as “best young Italian performer” in 2015. She coordinates Nobody’s Business for Italy, an opensource platform for the sharing of artistic practices. For the years 2019-2021 she is associated artist of La Triennale Milano Teatro, Milan. 

Interview:

** Preferisco questa sensazione di vuoto, conversazione con Annamaria Ajmone, Altre velocità, di Lorenzo Donati e Jessica Imolesi.

** Intervista ad Annamaria Ajmone. La promessa della danza italiana, Artribune, di Chiara Pirri

** Un tempo rarefatto  ma concreto. conversazione con Annamaria Ajmone, di Michele Pascarella